Tra la fine dell''800 e gli inizi del '900 lo stile liberty trovò una certa diffusione anche a Quartu. Accanto alla casa a corte costruita col vecchio mattone di fango vengono infatti edificati diversi palazzotti a due piani. Ne è un esempio il Palazzo Scalas, recentemente ristrutturato, semplice ma di gusto. Sito accanto alla chiesa di Sant'Elena, edificato nell'ultimo ventennio del secolo scorso, mantiene sulla facciata elementi decorativi quali timpani, fregi, cornici e festoni. Il Palazzo Perra, nella zona di Sant'Antonio, fu invece costruito intorno agli anni '20 del nostro secolo come retro di una casa campidanese di cui divenne ben presto la facciata principale grazie alla ricchezza dei suoi elementi decorativi.
Il Palazzo Todde, in Via Vittorio Emanuele, si sviluppa su tre livelli. Edificato ai primi degli anni del '900, presenta una loggia panoramica affrescata. Nei pressi del Municipio sorge, invece, Palazzo Sciascia edificato in periodi diversi: il piano terra è del 1866 e la ristrutturazione che gli ha conferito l'attuale aspetto è del 1915. Palazzo Murgia, della fine dell''800, è uno dei più noti edifici liberty di Quartu mentre Villa Fadda, in Via Marconi, è un raro esempio di villa signorile con giardino. Fu costruita nell'ultimo ventennio del secolo scorso su progetto della scuola dell'architetto cagliaritano Gaetano Cima: abbandonata da circa vent'anni, oggi è al centro di un progetto comunale di recupero.